Vademecum Patrocinio a spese dello Stato

vademecupatrociniospesestato-211x300La Commissione per il patrocinio a spese dello Stato dell’Unione e lieta di presentare la riedizione del già noto ed utilissimo vademecum in materia di patrocinio. Ringrazia i componenti della precedente commissione che hanno aggiornato i rispettivi contributi alle modifiche intervenute.
In collaborazione con la Commissione informatica dell’Unione è stato possibile realizzare un edizione digitale di uno strumento che nel passato si è dimostrato assai utile.

Dai seguenti link è possibile scaricare la versione del Vademecum in formato PDF o EBOOK

CASSA FORENSE – Prossime scadenze

PROSSIME SCADENZE ADEMPIMENTI 2016

  • 31 dicembre :
    Il 31 dicembre 2016 sabato (2 gennaio 2017 lunedì) scade il termine per il pagamento della 2ª rata a saldo dei contributi obbligatori soggettivo e integrativo dovuti in autoliquidazione per l’anno 2015 – mod. 5/2016

SCADENZE PAGAMENTI CONTRIBUTI VOLONTARI ANNO 2016

  • 31 dicembre :
    Il 31 dicembre 2016 sabato (2 gennaio 2017 lunedì) scade il termine per il pagamento VOLONTARIO del contributo modulare
  • 31 dicembre :
    Il 31 dicembre 2016 sabato (2 gennaio 2017 lunedì) scade il termine per il pagamento FACOLTATIVO dell’integrazione del contributo minimo soggettivo per il riconoscimento, ai soggetti legittimati, dell’intera annualità previdenziale

Compensazione dei crediti degli avvocati ammessi al Patrocinio a spese dello Stato

Nel dar seguito alle precedenti comunicazioni Vi segnaliamo che il Tribunale di Pordenone ha ottenuto dal Ministero della Giustizia le credenziali per l’abilitazione alla pre-registrazione sulla piattaforma di certificazione dei crediti.
È ora possibile per tutti i Colleghi procedere alla pre-registrazione recandosi presso il dott. Marino Pagotto, muniti di un documento d’identità.
All’esito di tale operazione riceverete una comunicazione PEC contenente le informazioni necessarie per completare la Vostra registrazione sulla piattaforma.
Vi segnalo sin d’ora che – al momento dell’inserimento della richiesta di compensazione – il sistema Vi chiederà il numero del provvedimento di liquidazione, attribuito dal SIAMM; ciò significa che sarà possibile compensare solo i crediti per i quali abbiate già ricevuto dall’ufficio spese di giustizia la richiesta di emissione della fattura elettronica, perché solo in quel momento sarete a conoscenza del numero di SIAMM attribuito alla Vostra liquidazione.