Amministratori di sostegno ecco il modello Pordenone

L’avanguardia nella gestione degli amministratori di sostegno è in Friuli Venezia Giulia, dove già si parla di un “modello Pordenone”. Il coordinamento tra enti, volontari e istituzioni, innovativo nel panorama nazionale, verrà ulteriormente potenziato. Già oggi, però, coinvolge fruttuosamente i giudici tutelari, il personale di cancelleria, gli avvocati, i Comuni, le associazioni di volontariato, i servizi sociali e le case di riposo.
Un convegno tenutosi nel Tribunale di Pordenone ha illustrato nuovi progetti di sviluppo: le istanze di amministrazione possono essere inoltrate e lavorate telematicamente mentre il colloquio tra il magistrato e il beneficiario avviene in videoconferenza, salvaguardando così il benessere psicofisico della persona e accelerando i tempi di definizione della pratica. «Con i nostri 10 sportelli di prossimità attivi in provincia e in Veneto orientale rappresentiamo un’esperienza unica – ha spiegato il presidente del Tribunale di Pordenone, Lanfranco Tenaglia -. La nostra è la realtà con la presenza più capillare e coordinata di iniziative a favore degli amministrati di sostegno».

continua...

Fatturazione elettronica

Si comunica che questo Consiglio ha stipulato una convenzione per la fatturazione elettronica per tutti gli Iscritti assumendosene il relativo costo. Salvo proroghe dal 1° gennaio, infatti, entrerà in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica.
Ulteriori informazioni circa le modalità di attivazione del servizio vi saranno fornite successivamente.

Interruzione dei servizi di area civile, penale, amministrativa e minorenni

Si comunica che da venerdì 14.12.2018 a lunedì 17.12.2018, sarà effettuato uno spegnimento controllato del CED interdistrettuale di Brescia, al fine di procedere alle attività di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto elettrico del Palazzo di Giustizia di Brescia e del CED interdistrettuale di Brescia.
Al fine di preservare i dati e le apparecchiature presenti nella sala server interdistrettuale, si procederà allo spegnimento graduale di tutti i sistemi informatici.
L’intervento di cui sopra determinerà:
• per tutti gli Uffici in indirizzo, la progressiva interruzione dei servizi civili e per i minorenni: SICI (SICID-SIECIC), GL PEC, SIGP, SIGMA;
• per gli Uffici del distretto di Brescia, oltre a quanto indicato al punto precedente anche l’interruzione dei servizi: SICP, SNT, PDOC, SIES, TIAP e PERSEO;
• per gli Uffici presso il Palazzo di Giustizia di Brescia, oltre a quanto indicato nei due punti precedenti, saranno interrotti anche i servizi: Dominio locale, Protocollo, Posta elettronica, Internet e Portali connessi.
L’attività di spegnimento degli applicativi avrà inizio venerdì 14 dicembre 2018 dalle ore 14.00, con gli applicativi a basso impatto per le attività, e proseguirà fino alla giornata di sabato 15 dicembre. Il riavvio avverrà, progressivamente, nella mattinata di lunedì 17 dicembre 2018 a partire dalle ore 8.00. Il dettaglio dei tempi di spegnimento e riavvio degli applicativi è indicato nel prospetto allegato.
Al fine di evitare la perdita dei dati su cui si sta lavorando, si consiglia di uscire da tutti i sistemi almeno quindici minuti prima dell’orario programmato di spegnimento e meglio indicato nella nota allegata, in quanto non sarà possibile dare ulteriore avviso agli utenti che saranno ancora collegati ai vari servizi.
In relazione ai sistemi di area penale si precisa che gli atti urgenti potranno essere annotati su registro cartaceo ai sensi dell’articolo 8 DM 264/2000.

CASSA FORENSE – Prossime scadenze – Contributi e Bandi

SCADENZA PAGAMENTI CONTRIBUTI OBBLIGATORI ANNO 2018

  • 31 dicembre 2018 (lunedì): termine per il pagamento della 2ª rata a saldo dei contributi obbligatori soggettivo e integrativo dovuti in autoliquidazione per l’anno 2017 – mod. 5/2018; eventuali omissioni o ritardi saranno sanzionati.

SCADENZA PAGAMENTI CONTRIBUTI VOLONTARI/FACOLTATIVI ANNO 2018

  • 31 dicembre 2018 (lunedì): termine per il pagamento VOLONTARIO del contributo modulare.
  • 31 dicembre 2018 (lunedì): termine per il pagamento FACOLTATIVO dell’integrazione del contributo minimo soggettivo per il riconoscimento, ai soggetti legittimati, dell’intera annualità previdenziale.

BANDI DI ASSISTENZA SCADENZA 16 gennaio 2019

Provvedimenti da adottare a seguito di attacco informatico al gestore PEC del Ministero

È notizia di questi giorni che un attacco informatico al gestore PEC del Ministero di Giustizia ha causato gravi disfunzioni ai servizi collegati al processo civile telematico.
In considerazione di un tanto, si suggerisce di cambiare la password della casella PEC e di fare altrettanto con quella dell’email, come peraltro è opportuno fare periodicamente secondo una buona regola di sicurezza.
Se si modificherà la password della PEC si ricorda di aggiornarla al momento del deposito telematico.

Cordiali saluti
Stefano Corsini